DOMINIO WEB E MARCHIO D'IMPRESA: CHI VINCE?

about-us-content

I domini .it sono gestiti dallo Stato italiano tramite un apposito ente (il NIC). Cosa analoga capita per i marchi d'impresa: gestiti dall0 Stato tramite l'UIBM. Ma che rapporto c'è fra dominio Internet e marchio d'impresa? E' possibile registrare un marchio corrispondente al nome di un sito già esistente? Viceversa è possibile registrare un dominio internet uguale ad un marchio registrato?

1° Caso: registrazione di un dominio Internet uguale ad un marchio già registrato da altri
Poniamo che esista il marchio registrato "Superpippo srl" ma che risultino liberi i domini. Posso registrarli? Tecnicamente  sì! Il NIC non fa nessun controllo nella banca dati dei marchi, quindi se il nome a dominio superpippo.it è libero, è possibile registrarlo. Ovvio che se la ditta titolare del marchio se ne accorge può far valere i propri diritti in sede legale e da questo punto di vista le sentenze sono tutte uniformi nel riassegnare il dominio al registrante del marchio e a liquidare eventuali danni. E se il dominio registrato è un .com? In questo caso la situazione è molto più complicata in quanto il .com è un dominio americano e quindi bisognerebbe intentare una causa negli USA dal momento che lo Stato italiano non ha alcuna autorità per riassegnarlo. Stesso discorso ovviamente vale per gli altri domini nazionali (.fr, .es, .de, .co.uk, ecc.)

2° Caso: registrazione di un marchio quando il dominio è già registrato da altri.
Anche in questo caso "tecnicamente" è possibile poichè la Camera di Commercio registrante e l'UIBM non svolgono un controllo sulla banca dati dei domini. Ma la registrazione è valida? Legalmente non lo è perchè uno dei requisiti per registrare un marchio è la sua "novità". Ciò significa che quel marchio non deve essere usato da altri anche se non lo hanno registrato. Quindi è possibile opporsi e annullare la registrazione del marchio se lo si è utilizzato per un sito internet come dominio o in altre circostanze, ad es. fiere, insegne di negozi o prodotti, ecc Cosa dovrà fare l'azienda usurpata del nome registrato da altri? Innanzi tutto dimostrare che l'utilizzo del dominio (attraverso fatture, mail, attestati di registrazione, ecc) è precedente alla registrazione del marchio.

Come si vede, non c'è un vero e proprio vincitore fra marchio e brevetto e le dispute vengono purtroppo risolte in Tribunale. Il nostro consiglio, quindi, è quello di registrare i domini internet relativi alla propria ditta ed ai propri marchi utilizzati (il costo è di pochi euro all'anno). Analogamente raccomandiamo di registrare il proprio nome aziendale anche come marchio. La procedura non semplicissima è però economica e fattibile in qualsiasi Camera di Commercio.


Per pareri e approfondimenti non esitate a contattarci!